Disinfestazione zanzare

Tutti gli aspetti della disinfestazione zanzare

Come prima cosa è necessario tener presente che la disinfestazione zanzare è un’operazione complessa, che richiede un’accurata pianificazionee un’analisi del territorio su cui dovrà essere operata, al fine di individuare il momento migliore per effettuarla e soprattutto al fine di operare in maniera mirata sulle zone dove si annidano le larve.

La prima cosa da fare è quindi individuare i focolai all’interno della zona che si intende disinfestare. Si considerano focolai tutte quelle zone adatte ad accogliere larve e si deve prestare molta attenzione a non trascurarne nessuna. Sono focolai tipici:

  • pozzetti delle fognature
  • specchi d’acqua stagnante o lacustre
  • abbeveratoi di animali
  • contenitori aperti che accolgono acqua piovana
  • copertoni abbandonati
  • zone di compostaggio

In generale la disinfestazione zanzare in giardino si concentra sempre sugli stessi focolai, che sono principalmente ristagni d’acqua in avvallamenti del terreno, zone particolarmente in ombra in cui il sole non riesce a battere abbastanza da asciugare l’umidità superficiale del terreno, zone dedicate al compostaggio o al deposito dei rifiuti organici.

Quando eseguire la disinfestazione zanzare?

Una disinfestazione zanzare efficace si divide in due momenti, al fine
di distruggere l’intero ciclo vitale degli insetti.

Gli interventi anti larvali sono mirati a distruggere le larve non ancora sviluppate, e vanno effettuati da Marzo in poi.

La disinfestazione adulticida viene invece effettuata a partire da Aprile a intervalli regolari.